02 82950322

  • Dal 15 al 19 dicembre: -10 o -50€ su tutti i prodotti a partire da 80€
  • 60 idee regalo deco per Natale. Cliccate qui
  • Stile Vintage per la vostra casa - Numero Uno in Francia
  • Guadagnate 10€ in buoni d'acquisto giocando al nostro gioco di foto
  • Accedi
  • 0Il mio carrello
eco design_14295.jpg

General -

Perchè è giusto saperne di più sull'eco design

Indice

Sei una persona che ama vivere a contatto con la natura?

Odi vedere la plastica sulla spiaggia o nel parco?

Se si, è giunto il momento di cambiare qualche vecchia abitudine riguardo i tuoi acquisti.

Viviamo in una società, quella contemporanea, in cui siamo sommersi da materiali di scarto. Tali materiali sono prodotti dalle sempre più numerose fabbriche, che emanano, tra l'altro, sostanze nocive per l'ambiente, pericolose per la vita marina e che inquinano persino l'aria che respiriamo.

Il mondo è pieno di spazzatura ma anche noi ne siamo complici. Suona strano ma è così. L'inquinamento dipende anche dalle nostre scelte di vita quotidiana ed è per questo che è importante prendere qualsiasi decisione con la massima attenzione, che si tratti di acquistare un mobile o dei prodotti al supermercato.

Inquinamento da plastica

Il livello di spazzatura prodotto da ognuno di noi, direttamente o indirettamente è altissimo:

direttamente, ciò avviene attraverso i rifiuti prodotti individualmente, acquistando prodotti costituiti da materiali nocivi o non riciclabili (confezioni per alimenti, buste e bottiglie di plastica). Lo facciamo indirettamente, invece, acquistando prodotti trattati con sostanze nocive e provenienti da fabbriche che non rispettano l'ambiente, le foreste, gli animali.

Ovviamente pensare di risolvere tutto e subito, e soprattutto da soli, è un sogno impossibile, ma fortunatamente stiamo diventando sempre più sensibili e attenti nei confronti dell'ambiente e della quantità di spazzatura che produciamo. Diventare più coscienti da questo punto di vista e adottare delle soluzioni nel nostro piccolo, è saggio per noi, la nostra salute e quella di chi arriverà dopo di noi. E' giusto lasciare il nostro pianeta, così come noi l'abbiamo trovato, per le generazioni future.



Cambia le tue abitudini

Quanta spazzatura produciamo ogni anno per qualsiasi attività quotidiana?

Ci avete mai pensato?

Dalla spesa al caffè da portare via, dal pranzo in ufficio all'acquisto di mobili e accessori casa, ci sono tanti modi per ridurre la spazzatura e l'inquinamento che produciamo. Ecco, per il caffè per esempio, puoi decidere di privilegiare quello fatto in casa o utilizzare una tazza in vetro o ceramica, mentre per il pranzo, prepara il pasto a casa e portalo in ufficio anzichè comprare pasti take away, contenuti in confezioni usa e getta.

Un'altra idea è quella di scambiare i libri con gli amici e comprare second hand ossia nei negozi dell'usato e vintage.

In questo articolo ci soffermeremo soprattutto nell'organizzazione e struttura della casa, ossia tutto ciò che riguarda la scelta dei mobili e dei complementi d'arredo e dei vari accessori.

Legno metallo eco

Compra solo ciò che ti serve

Il primo step per una casa dal green design è non avere troppa roba ed essere il più possibile minimalisti. E' bene dunque disfarsi e dimenticarsi di tutte quelle cianfrusaglie che di solito accumuliamo in casa senza neanche rendercene conto e che nella maggior parte dei casi non utilizziamo o non sono utili, e sono costituite da plastica, il peggior nemico dell'ambiente. Quindi evita di acquistare cose che non ti servono realmente.

mobili eco

materiali sostenibili design

A questo punto è il momento di iniziare a capire come comprare i propri complementi d'arredo con giudizio. La scelta di un arredamento eco è uno step fondamentale nella progettazione di una casa dal design sostenibile. Ogni mobile deve essere costruito con materiali ecologici design, ossia sani, biologici, non tossici e attraverso un sistema che rispetti l'ambiente. E' dunque importante focalizzare l'attenzione sui materiali, per riconoscere quelli da prediligere e quelli da evitare, per la scelta di un arredamento eco-sostenibile.

Il legno è senz'altro il materiale più utilizzato per la produzione di mobili, ed è anche il più ecosostenibile. E' però necessario assicurarsi che il legno provenga da foreste gestite in maniera tale da permettere al bosco di perpetuarsi secondo gli equilibri naturali.

Un altro materiale molto resistente e versatile è Il bambù. Questa corteccia, ottenuta da una pianta che cresce molto rapidamente, è divenuta negli ultimi tempi un materiale impiegato moltissimo in diversi campi dell'eco interior design, dai pavimenti alle posate.

Altri materiali eco friendly per i tuoi mobili sono la pietra, il metallo e il vetro.

Design riciclo

Al giorno d'oggi è molto diffusa la produzione di mobili da parte di eco designer che utilizzano materiale di riciclaggio (come ad esempio vecchi parquet provenienti da palestre) che lavorato con intelligenza e creatività e abbinato ad altri materiali, viene assemblato in complementi d'arredo e mobili eco originali e ricercati.

Tavolo basso Sheffield rettangolare vintage

Questo tipo di creatività si rifà alla capacità delle popolazioni più povere di riciclare vecchi oggetti, ormai inutilizzabili, trasformandoli in qualcos'altro con nuove funzionalità, oppure alla loro capacità di costruire oggetti con qualsiasi materiale si abbia a disposizione.

E' così che gli artigiani riescono a ridare vita a vecchi oggetti o mobili con maestria e arte. Inoltre il riciclo dei materiali che hanno già avuto una vita permette, tra le altre cose, di usare le risorse a disposizione in maniera più efficiente. Un grosso pollice all'insù dunque per gli oggetti di riciclo design!

L'eco design utilizza con creatività, materie prime considerate normalmente di scarto; per esempio uno degli ultimi esperimenti riguarda l'utilizzo di cartone per la creazione di mobili e in particolare per i complementi d'arredo delle camerette per bambini.

Scatole Birquine shabby

Design in green

Un altro modo per aiutare l'ambiente è senza dubbio quello di scegliere materiali solidi e durevoli. Nei tempi in cui il low cost è saldato nella nostra società talmente tanto da non accorgercene più, scegliere prodotti artigianali, realizzati da professionisti, contrasta lo spreco, in quanto articoli che si mantengono intatti a lungo permettono di risparmiare a lungo termine, di evitare di creare spazzatura di cui il pianeta non ha bisogno. Un mobile del genere inoltre, può sempre essere rivisitato, trasformato o venduto, facendo risparmiare soldi ed energia.

E' pure vero che oggi vanno di moda i mobili legno design dallo stile vintage e quindi perchè non comprare mobili antichi, che oltre a donare un'atmosfera unica e trendy a qualsiasi ambiente, possono permetterti di compiere la tua buona azione nei confronti del pianeta?

Tieni in considerazione la riparazione: nella società di oggi in cui tutti andiamo di fretta e in cui viviamo in uno stato di benessere economico generale, se qualcosa si rompe, non lo ripariamo più. Ma abbiamo veramente visogno di sostituire i nostri mobili od oggetti rotti? Rivalorizziamo l'arte del riparare e il lavoro manuale degli artigiani. Fai riparare il tuo mobile oppure il tuo paio di scarpe rotte!

Un consiglio spassionato è quello di stare sempre attenti al prezzo di ciò che vogliamo comprare: diffida da chi propone prezzi troppo bassi rispetto alla concorrenza, perchè spesso non si tratta di oggetti ecosostenibili e un così basso costo dipende dalla scarsa qualità dei materiali che possono talvolta essere tossici o far male alla salute nostra e dell'ambiente.

Posate legno

Eco design arredamento e accessori

Per quanto riguarda i più piccoli accessori di casa, la prima cosa da fare per convertirsi all'eco design è boicottare la plastica.

Acquista, eliminando i sensi di colpa, oggetti eco design come accessori e posate in bambù o legno d'ulivo. Esistono persino gli spazzoloni per il bagno in bambù. Dì di no a vasi e bottiglie di plastica. Ci sono una miriade di materiali alternativi per "eco design products", come l'ottone, la ceramica, il vetro e l'alluminio.

Per lavare la tua casa in maniera ecologica inoltre, è possibile utilizzare dei prodotti eco design fai da te a base di bicarbonato di sodio o aceto, e oli essenziali, così da evitare prodotti chimici tossici e che spesso è difficile smaltire.

Una volta acquistati mobili e accessori green, non dimenticare altri accorgimenti eco come ovvialmente l'uso di energia proveniente da fonti rinnovabili come vento e sole e tenere presenti le buone abitudini quotidiane per il risparmio di energia come evitare gli sprechi d'acqua, spegnere le luci, fare la lavatrice la sera e usare i riscaldamenti solo quando fa davvero freddo.

Migliori vendite

#ProudofPIB

  • Lampada da tavolo PIB
  • La panca scandinava PIB contestualizzata
  • Tazze Ferm Living a colazione
  • Tavolo basso in marmo scandinavo
  • Mobile TV scandinavo PIB
  • PIB nei vostri bagni
  • Sgabelli industriali con sedile in pelle
  • Aperitivo intorno ad un ripiano in legno massiccio
  • Specchio scandinavo PIB da muro
Torna sopra
Contattaci